Sul Google Play store arrivano 2 milioni di ebook


on bastavano le applicazioni del market del proprio sistema operativo mobile Android, da ora, Google Play, il negozio virtuale sostituto del vecchio Android Market, annovera anche una discreta collezione di libri digitali. Proprio così, il colosso di Mountain View ha deciso di sfidare Apple e Amazonanche in questo campo e metterà a disposizione da subito circa due milioni di libri digitali per il mercato italiano, di cui migliaia in lingua italiana.

I libri saranno accessibili via web sia su pc che su smartphone, tablet o e-reader, il tutto, ovviamente sincronizzato in cloud con lo stesso account Google in modo da poter continuare la lettura del proprio libro ovunque e con qualisiasi dispositivo si abbia a portata di mano, e di occhio.

Nonostante il mercato degli ebook in Italia sia ancora abbastanza piccolo, la nostra penisola è comunque riuscita ad aggiudicarsi il titolo di primo paese non in lingua inglese nel quale i libri arrivano su Google Play. Il primato giunge anche e soprattutto grazie alla importante collaborazione di molti editori come Mondadori, Einaudi, Piemme, Sperling&Kupfer, Rizzoli, Adelphi, Bompiani, Longanesi, Garzanti, Guanda, Feltrinelli, Giunti, Newton, Compton, BaldiniCastoldiDalai, il Saggiatore, Hoepli, De Agostini, Gruppo 24 Ore che si impgneranno nei mesi a venire per rendere disponibile il proprio catalogo virtuale.

Il settore degli ebook in Italia vale solo l’1% del mercato ma è raddoppiato nel corso dei soli primi 4 mesi di questo 2012. Entro il 2017, secondo alcune stime, la percentuale dovrebbe crescere fino al 20%.

Ma quanto costeranno i libri virtuali su Google Play? Stando a quanto dichiarato da alcuni degli editori coinvolti pare che il prezzo degli ebook dovrebbe essere inferiore rispetto alla carta di circa il 30%. Va tuttavia sottolineato che, in Italia, al contrario di quanto accade nella maggior parte dei paesi europei, la tassa sui contenuti digitali è pari al 21% mentre per il corrispettivo cartaceo è solo del 4%. Per questo motivo il prezzo del libro digitale rispetto a quello cartaceo non è così conveniente rispetto a quanto accade nel resto d’europa.