SSD ADATA in Raid 0: quasi 7 Gbytes al secondo in scrittura dati


Ben 8 unità SSD collegate tra di loro in Raid 0: è questo il cuore del sistema che ADATA ha mostrato al proprio stand del Computex 2012 di Taipei. Una configurazione di questo tipo è resa possibile dalla scheda madre ASRock X79 Extreme 11, proposta basata sulla seconda revision di chipset Intel X79 e dotata di controller Raid LSI integrato onboard.

adata_c2012_1.jpg (74673 bytes)

La risultante? Velocità di lettura e scrittura sequenziali elevatissime, confermate dai benchmark di Crystal DiskMark che indicano valori pari rispettivamente a oltre 5 Gbytes al secondo e quasi 7 Gbytes al secondo. Un risultato di questo tipo è ovviamente ben più di quanto sia richiesto in sistemi desktop di fascia alta ma ben testimonia le potenzialità di unità SSD ad elevate prestazioni, in questo caso i modelli ADATA XPG SX900 da 256 Gbytes, quando collegate in configurazione Raid 0.

adata_c2012_2.jpg (80984 bytes)

Dal versante memorie ADATA continua a sviluppare moduli dedicati al pubblico degli utenti più appassionati ma non è intenzionata a partecipare alla gara all’ultimo MHz abbracciata da alcuni dei player di questo settore. Le memorie Gaming Series DDR3-2400 sono certificate per operare sino alla frequenza di clock di 2.400 MHz con piattaforme Intel socket 1155 LGA abbinate a chipset della serie 7, distinguendosi dalle altre proposte sul mercato per la capacità complessiva che è pari a 8 Gbytes per modulo. La risultante è quindi quella di avere una dotazione complessiva di 32 Gbytes in sistemi dotati di 4 slot memoria DDR3, quelli che tipicamente accompagnano le schede madri per processori Intel Ivy Bridge.