Rumor: Xbox Next con CPU 16-core, possibile riduzione di prezzo per PS3 e 360


Secondo l’ultimo numero di Xbox World, i kit di sviluppo della console di nuova generazione finora conosciuta con il nome in codice di Durango sarebbero stati consegnati agli sviluppatori lo scorso mese, subito dopo il briefing segreto organizzato da Microsoft con le principali software house a Londra.

I kit Durango non sono del tutto speculari alla versione definitiva della console, che sarà in commercio presumibilmente nella stagione natalizia 2013, ma l’hardware che si trova al loro interno è rappresentativo di quelle che saranno le specifiche definitive. Xbox World ricorda che i primi kit di sviluppo di Xbox 360 non erano altro che PowerPC in case PC standard.

I kit distribuiti da Microsoft per consentire agli sviluppatori di prendere confidenza con la prossima generazione, stando a Xbox World, conterrebbero CPU IBM Power PC a 16-core che garantirebbero prestazioni assolutamente rilevanti per quanto riguardo l’ambito console. Come riportato da altri rumor precedenti, invece, le GPU apparterrebbero alla famiglia AMD Radeon HD 7000.

“Il nuovo processore garantisce una capacità computazionale assurda per una macchina per giocare”, si legge sulle pagine di Xbox World. “Potrebbe sembrare addirittura eccessiva, ma bisogna considerare che Kinect 2 potrebbe impiegare fino a quattro core per tracciare i giocatori fino alle punte delle loro dita”.

Le CPU a 16-core sono un traguardo ancora avveniristico anche per il settore PC high-end. AMD ha di fatto lanciato le prime soluzioni a 16-core per sistemi server nello scorso novembre, con la famiglia di CPU AMD Opteron Interlagos.

Intanto, se si sono affievolite le voci su un possibile annuncio delle nuove Xbox e PlayStation al prossimo E3, si inizia a parlare di riduzione di prezzo per le due console di riferimento. “Le vendite dell’hardware PS3 continuano a essere inferiori rispetto a quelle di Xbox 360, e bisogna aspettarsi un calo del 10/20% nella vendita di console per ogni mese, perlomeno fino a quando Sony non ridurrà il prezzo, cosa che probabilmente avverrà all’E3”, è l’idea di Michael Pachter, analista di mercato di Wedbush Securities. “Anche le vendite di Xbox 360 sono in calo, e questo potrebbe indurre la stessa Microsoft ad annunciare una riduzione del prezzo all’E3”.