Processori Core i5 e Core i3 Ivy Bridge al debutto nei prossimi mesi


A partire dal prossimo 3 Giugno Intel avvierà la commercializzazione di nuovi processori per sistemi desktop basati su architettura Ivy Bridge, costruiti quindi con tecnologia produttiva a 22 nanometri La tabella seguente riassume le specifiche tecniche di questi processori, appartenenti alla famiglia Core i5:

ModelloCoreThreadClockClock TurboCache L3GPUTDPPrezzo
Core i5-3470443.2 GHz3.6 GHz6 MBHD 250077 Watt$184
Core i5-3470S442.9 GHz3.6 GHz6 MBHD 250065 Watt$184
Core i5-3470T242.8 GHz3.5 GHz6 MBHD 250035 Watt$184
Core i5-3475S442.9 GHz3.6 GHz6 MBHD 400065 Watt$201
Core i5-3570443.4 GHz3.8 GHz6 MBHD 250077 Watt$205
Core i5-3570S443.1 GHz3.8 GHz6 MBHD 250065 Watt$205

Tutte le CPU della serie Core i5 sono dotate di architettura quad core, fatta eccezione per il modello Core i5-3470T che abbina due core a tecnologia HyperThreading mantenendo il TDP massimo entro i 35 Watt. La GPU integrata è modello HD 2500, fatta eccezione per la versione Core i5-3475S che è abbinata a GPU HD 4000 così da assicurare prestazioni velocistiche più elevate. Nel corso del terzo trimestre 2012 Intel presenterà versioni di processore Core i3 basate su architettura Ivy Bridge, le cui caratteristiche tecniche sono riassunte di seguito.

ModelloCoreThreadClockCache L3GPUTDPPrezzo
Core i3-3220243.3 GHz3 MBHD 250055 Watt$117
Core i3-3220T242.8 GHz3 MBHD 250035 Watt$117
Core i3-3225243.3 GHz3 MBHD 400055 Watt$134
Core i3-3240243.4 GHz3 MBHD 250055 Watt$138
Core i3-3240T243 GHz3 MBHD 250035 Watt$138

Per queste CPU manca la tecnologia Turbo Boost, restando invece sempre presente quella HyperThreading abbinata ai due core integrati. La GPU abbinata è sempre il modello HD 2500, fatta solo eccezione per il modello Core i3-3225 che è abbinato a GPU HD 4000. Il TDP massimo varia da 55 Watt sino a 35 Watt, risultando nel complesso contenuto e compatibile con l’utilizzo in sistemi desktop di ridotte dimensioni.

Da segnalare come molte versioni di processore siano proposte a prezzi identici, con differenze in termini di TDP e di frequenze di clock corrispondenti. Questa politica lascia spazio ai clienti di prediligere la potenza di calcolo da un lato o il consumo complessivo dall’altro, a seconda del tipo di sistema che deve essere configurato.

Fonte: CPU-World.com.