OCZ presenta i nuovi drive PCIe Z-Drive R5 e Intrepid 3


Presso il Computex di Taipei attualmente in corso, OCZ ha presentato due nuove linee di prodotti Solid State destinate al mondo enterprise, sebbene differenziate per form factor e destinazione d’uso. La serie Z-Drive R5 si basa sulla piattaforma proprietaria definita in codice Kilimanjaro, che viene dotata di un controller molto particolare studiato in collaborazione con Marvell.

La famiglia Z-Drive R5 sarà veramente assortita per capienze e form factor, pur mantenendo il comune denominatore dell’interfaccia PCIe, anche sui modelli da 2,5 pollici. A livello di prestazioni di parla di oltre 2GB al secondo in lettura e scrittura, con valori di IOPS nell’ordine degli 800.000. Ricordiamo che si parla di settore enterprise, motivo per cui la gamma sarà articolata su design adatti a ogni tipologia di server.

Si andrà infatti dal classico design in stile scheda video per arrivare ai già citati 2,5 pollici, con prezzi che ci attendiamo essere molto elevati. Non esistono ad ora indicazioni in merito, mentre per quanto riguarda la disponibilità dovrebbe essere immediata o comunque imminente.

OCZ

Oltre a queste soluzioni, OCZ ha presentato anche un nuovo SSD 2,5 pollici con interfaccia SATA 6Gbps, equipaggiato con il controller Indilinx Everest 2 già visto su altri modelli dell’azienda, fra cui il Vertex 4. Le nuove unità, battezzate Intrepid 3, vanteranno capienze da 64GB a 1TB, con prestazioni nell’ordine dei 550MB al secondo in lettura e scrittura, nonché ben 120.000 IOPS dichiarati con dati random in pacchetti da 4K. Bisognerà attendere ancora qualche giorno per saperne di più, in quanto non esistono altre informazioni se non che, in base ai modelli, saranno utilizzati chip NAND Flash MLC, eMLC e SLC.