OCZ Agility 4, SSD Indilinx per il settore mainstream


OCZ allarga la propria offerta di SSD, presentando e rendendo immediatamente disponibile la nuova famiglia Agility 4, come riportato da Techpowerup!. Esattamente come nella serie Vertex 4 già presentata, anche sotto la scocca dei nuovi SSD Agility 4 troviamo il controller Indilinx Everest 2, confermando quindi anche per questa famiglia l’abbandono dei controller SandForce.

Agility 4

Ricordiamo brevemente che Indilinx è stata acquisita da OCZ, che ha passato diversi mesi a sviluppare il controller Everest di seconda generazione per superare alcuni problemi prestazionali tipici delle soluzioni SandForce.

OCZ Agility 4, insomma, non sarà affetto da vistosi cali prestazionali a seconda del trovarsi ad avere a che fare con dati comprimibili o non, oltre a garantire valori di IOPS sensibilmente superiori al passato. A livello nominale Agility 4 vanta, nel modelli da 256GB e 512GB, valori prossimi a 400MB al secondo sia in scrittura che in lettura, soggetti a ridimensionamento (vedere tabella) per i tagli da 64Gb e 128GB.

Agility 4

Si tratta di velocità nominali più basse di quelle dichiarate per Agility 3, ma va ricordato che solo in alcuni scenari questa unità poteva arrivare oltre i 500MB al secondo, crollando invece in altre. Per chi si chiedesse la differenza fra la serie Agility 4 e Vertex 4, ricordiamo che quest’ultima va a posizionarsi a un livello superiore di gamma in virtù di chip memoria più veloci e raffinati, in grado di garantire prestazioni superiori pur a parità di controller.