Logitech Cube e M600, il touch prende campo


Logitech è sicuramente una delle aziende più attive e conosciute per quanto riguarda la produzione di accessori e gadget per PC. Tra questi troviamo una vasta gamma di mouse che, a seconda del modello si adattano a tutti gli utenti e le esigenze.

Abbiamo provato il mouse Logitech Cube, una delle ultime novità in questo campo, studiato per offrire la massima portabilità unita a prestazioni di buon livello.

Uno dei punti chiave del mouse in questione è, oltre ovviamente alla già nominata portabilità, il design molto semplice ma allo stesso tempo particolare. Logitech Cube non è infatti altro che un piccolo parallelepipedo dagli spigoli leggermente arrotondati che presenta una superficie touchscreen nella parte superiore.

Logitech Cube è interamente cliccabile ma risponde a comandi differenti a seconda della zona in cui si trova il dito al momento del click. Premendo la parte anteriore della faccia superiore il comando ottenuto è lo stesso risultante dalla pressione del tasto sinistro di un normale puntatore. Premendo nella parte centrale invece avremo il comando offerto dal tasto destro di un mouse comune.

Particolarmente preciso e fluido è invece lo scroll, che si attiva semplicemente strisciando il dito sulla faccia superiore del prodotto.
Il piccolo mouse in questione offre una batteria integrata ricaricabile in grado di offrire una discreta autonomia. Buone le prestazioni, sia dal punto di vista della precisione che della fluidità di scroll. Scarsa invece l’ergonomia, sacrificata tuttavia a favore di una portabilità forse senza pari.

Logitech Cube è disponibile sul mercato ad un prezzo di 69,99 euro, un costo sicuramente non alla portata di tutti e forse un pò elevato per una soluzione così limitata nelle sue funzioni. Per alcune categorie di utenti, soprattutto i lavoratori in continuo movimento potrebbe tuttavia diventare un compagno di viaggio talmente comodo da giustificarne il prezzo.

Continuiamo a parlare di Logitech con una seconda soluzione decisamente particolare ma non estrema come quella appena descritta. Ci riferiamo a Logitech Touch Mouse M600 che è caratterizzato da un design ricercato e elegante, soprattutto per la finitura superiore lucida con texture.

E’ un mouse privo di tasti fisici, l’intera parte anteriore del prodotto è infatti sensibile al tocco e offre un’esperienza simile a quella offerta da un touchpad o dal display di uno smartphone. L’intero mouse diviene cliccabile attraverso un meccanismo presente nella base, mentre sta ai sensori sulla superificie l’individuazione di quale “tasto” si è cliccato.

Come per il mouse Cube la connessione al PC è permessa dall’adattatore wireless con Unifying Tecnologies, soluzione a 2,4GHz comune a tutti i recenti mouse e kit desktop Logitech. Un ultimo dettaglio riguarda l’alimentazione: è possibile utilizzare 2 batterie alcaline di tipo AA oppure limitare il peso del prodotto inserendone una sola, ma in questo caso anche l’autonomia risulterà dimezzata.

Per riuscire a sfruttare la comodità di Logitech Touch Mouse M600 serve del tempo: l’ampia area sensibile può disorientare sulle prime e il meccanismo cliccabile della base impone un movimento del polso differente dal solito click. Superato però un minimo periodo di apprendistato si apprezzerà la precisione offerta da questo prodotto.