Google Chrome anche su iOS e altre novità da Google I/O 2012


Dall’evento Google I/O continuano a arrivare interessanti novità, infatti oltre al lancio del tablet Nexus descritto qui nelle scorse ore si è parlato di browser web e di web application. Chrome viene ora presentato anche per soluzioni iOS e su questa piattaforma offre tutto somma le funzionalità alle quali siamo abituati, comprese le opzioni di sincronizzazione che possono essere sfruttate anche tra piattaforme differenti. Chrome è oggi disponibile per Windows, OS X, Android, iOS e Chrome OS.

Da un punto di vista tecnico c’è però una differenza non da poco: il nuovo Chrome per iOS utilizza il motore UIWebView e non il più recente JavaScript V8. Nell’ambito delle applicazioni disponibili anche per iOS viene rilasciato un prodotto dedicato a Drive, il cloud storage di Google. Attraverso questa app anche da iOS sarà possibile accedere ai contenuti salvati in Drive e anche in questo caso il valore aggiunto di questa soluzione è l’indipendenza del servizio dalla piattaforma.

A Google I/O trovano conferma anche le indiscrezioni riportate nei giorni scorsi: Google riposiziona la propria offerta “infrastructure as a service” con il nuovo Google Compute Engine che vede in Amazon EC2 e Microsoft Azure i propri concorrenti.

Per quanto riguarda le web app Google ritorna a parlare di accesso a tali risorse anche in modalità offline. L’argomento non è nuovo: con Google Gears se n’è parlato anni fa, ma l’iniziativa non ha raggiunto validi obiettivi. Da tempo Google promette novità e il primo prodotto a garantire l’accesso in modalità offline sarà Google Docs, a seguire Presentations e Spreasheets. Queste applicazioni effettueranno una sorta di cashing delle modifiche apportate a singoli documenti e nel momento in cui sarà possibile accedere al web verrà effettuta la sincronizzazione.