G.Skill alla ricerca della massima velocità: DDR3-2800


Una frequenza di clock di 2.800 MHz: è a questo risultato che è giunta G.Skill con le proprie memorie DDR3 della famiglia TridentX. Per ottenere stabilità operativa a queste impostazioni è ovviamente necessario abbinare una latenza di accesso particolarmente conservativa: 11-13-13-35 con command rate pari a 2.

gskill_c2012_2.jpg (53340 bytes)

Memorie di questo tipo assicurano valori di bandwidth massima teorica molto elevati, ben superiori a quanto accessibile con tradizionali kit DDR3-1600 in commercio. A bilanciare questa situazione il loro prezzo, tutt’altro che popolare, e la ridotta disponibilità in volumi.

gskill_c2012_1.jpg (91495 bytes)

A dispetto della frequenza di clock così elevata le memorie G.Skill DDR3-2800 TridentX mantengono lo stesso design delle altre proposte della famiglia Trident. Troviamo quindi un dissipatore di calore con sviluppo verticale senza particolari accorgimenti tecnici, abbinato in questo caso ad un kit di raffreddamento ad aria che viene montato sopra i moduli così da assicurare un minimo di ricambio d’aria.

Queste memorie sono specificamente rivolte agli appassionati di overclock. Per la maggior parte degli utenti una frequenza di clock di 2.800 MHz è non solo eccessiva ma non viene sfruttata dalle applicazioni normalmente eseguite in quanto il vantaggio in termini di bandwidth viene in parte vanificato dalle impostazioni dei timings così conservative che è necessario selezionare per assicurare stabilità operativa.