Family Safety è il parental control di Windows 8


Anche per Windows 8 Microsoft ha previsto l’integrazione di una serie di strumenti per la protezione dei più piccoli durante il loro accesso al web, in altre parole ha previsto un Parental Control. Questo tipo di strumento protegge attivamente l’utente durante la navigazione in internet e più in generale l’utilizzo dei servizi online, ma integra tali funzioni con un’altrettanto importante operazione di log sulle attività svolte online; a tali dettagli potrà accedere ovviamente solo un utente amministratore.

E proprio sulla corretta gestione degli account Microsoft intende porre l’accento anche in questa occasione, infatti nel post pubblicato sul blog dedicato allo sviluppo di Windows 8 viene evidenziata l’importanza di creare un account per ogni utente – anche per i più piccoli – che dovrà usare un determinato PC. In questo modo verrà garantito ai vari utenti un ambiente di lavoro personalizzato, oltre alla necessaria riservatezza relativa all’accesso a dati altrui.

Per Windows 8 Microsoft propone un Parental Control rivisto nella sostanza, infatti ci si vuole allontanare dalla logica fin qui utilizzata anche da altre soluzioni specifiche che impone una lunga serie di autorizzazioni a specifiche operazioni da parte dell’utente amministratore. Come anche in molte altre situazioni, un eccesso di notifiche o di interventi da parte dell’utente per abilitare specifiche operazioni si rivela controproducente, con il risultato che ben presto ogni controllo viene rimosso.

Con Family Safety il primo livello di protezione è costituito dal costante logging delle attività svolte dai singoli utenti, a cui si aggiungono le opzioni previste da SmartScreen Application Reputation service evita il download di malware e altre operazioni potenzialmente pericolose.

Nel momento in cui viene creato un nuovo utente è possibile abilitare l’opzione Family Safety, abilitando così le operazioni di monitoraggio: un dettagliato report verrà inviato con cadenza scelta dall’amministratore via email, ma eventuali interventi sui parametri del parental control potranno essere effettuati anche da remoto, infatti familysafety.microsoft.com gestisce in cloud tutte le impostazioni.

I parametri su cui intervenire sono il web filtering – con 5 differenti preset previsti da Microsoft, il SafeSearch che inibisce l’utilizzo di motori di ricerca alternativi a Bing, Google o Yahoo!. Altre restrizioni possono essere estese anche al Windows Store per limitare il download di applicazioni, oltre che all’ambito gaming con l’impostazione di un game rating level. Family Safety è una funzionalità che verrà introdotta nella prossima versione di Windows 8 Release Preview attesa per il prossimo mese di giugno.