Display dalla risoluzione sempre più elevata nei device del futuro


Stando alle informazioni emerse da alcune slide interne dell’azienda americana, riprese online dal sito Lilliputing a questo indirizzo, sarebbero queste le stime di risoluzione dei display abbinati alle varie tipologie di prodotti:

  • Smarthone e dispositivi mobile con display da 5 pollici di diagonale: 1280 x 800 pixel
  • Tablet con display da 10 pollici: 2560 x 1440 pixel
  • Ultrabooks con display da 11 pollici: 1560 x 1440 pixel
  • Ultrabooks con display da 13 pollici: 2800 x 1800 pixel
  • Laptops con display da 15 pollici: 3840 x 2160 pixel
  • Desktop all-in-one: 3840 x 2160 pixel

Rispetto agli standard abituali si tratta di incrementi nelle risoluzioni estremamente elevati; solo con le proposte smartphone top di gamma ci troviamo al momento con uno scenario che rispecchia queste stime di Intel, benché una risoluzione di 1280×800 pixel sia accessibile solo con pochi terminali di fascia alta.

L’utilizzo di display dalla risoluzione così elevata implicherà indubbiamente un aumento della produttività personale: soprattutto in sistemi notebook e ultrabook le potenzialità di elaborazione vengono in parte limitate dall’utilizzo di pannelli con risoluzione ridotta, come nel caso di quelli da 1.366×768 pixel molto popolari al momento.

La disponibilità del sistema operativo Windows 8 potrebbe rappresentare una spinta all’utilizzo di display dalla risoluzione sempre più elevata. Questo OS implementerà, stando a quanto anticipato da Microsoft, una tecnologia di scaling della risoluzione video attraverso tablet dotati di pannelli ad elevata risoluzione. Un approccio di questo tipo è facilmente trasferibile anche a notebook e a sistemi desktop, permettendo quindi di sfruttare agevolmente l’evoluzione tecnologica dei display.