Centerton, la piattaforma Intel per i microserver


In occasione dell’IDF Beijing 2012, Intel ha annunciato di voler realizzare una piattaforma a basso costo e a basso consumo per impieghi “micro-server”, con lo scopo di offrire soluzioni di computazione ad alta efficienza. La piattaforma, identificata con il nome in codice di Centerton, vuole rappresentare una risposta all’acquisizione di SeaMicro da parte di AMD avvenuta lo scorso mese di febbraio, così come un modo per contrastare l’ingresso di ARM nel campo dei server a basso consumo.

Precedentemente all’acquisizione, SeaMicro impiegava processori Atom per costruire server ad elevata densità e a basso consumo. Ovviamente a seguito dell’annessione ad AMD SeaMicro ha abbandonato l’impiego di chip Intel, mettendo così l’azienda di Santa Clara nella situazione di elaborare una proposta meglio indirizzata al mondo dei cosiddetti micro-server, un mercato che entro il 2015 rappresenterà il 10% circa dell’intero mercato server.

Pochi, per ora, i dettagli disponibili: i processori Centerton, basati su architettura Atom, saranno soluzioni dual-core realizzati a 32 nanometri con supporto ai 64-bit e alla memoria ECC; il TDP dichiarato è di 6W. I processori Centerton avranno inoltre la possibilità di supportare istanze di virtualizzazione, offrendo così funzionalità che le soluzioni ARM non sono in grado di proporre. La disponibilità sul mercato è prevista per la seconda metà del 2012.