Buffalo e IO Data presentano il primo masterizzatore Blu-ray 14x


Il verbo masterizzare, oggigiorno, sembra quasi appartenente ad un’altra epoca. Si masterizzavano i CD musicali, magari anche i giochi, una decina di anni fa: quando le pile di CD erano presenti su tutte le scrivanie e, poco a poco, sono state sostituite dai DVD.

Dopo i DVD è arrivata la volta dei Blu-ray, il nuovo standard che ha vinto la battaglia contro HD-DVD. Questo formato non è mai stato in grado di conoscere lo stesso livello di diffusione dei predecessori, complici differenti motivi.

Nella giornata di ieri IO Data e Buffalo hanno presentato quello che è oggi il masterizzatore blu-ray più veloce sul mercato: BRD-UT14X e BRXL-14U3 (la sigla per IO Data la prima e per Buffalo la seconda). Si tratta di soluzioni esterne, caratterizzate da una connessione USB 3.0 in grado di supportare la scrittura su blu-ray single layer fino alla velocità di 14x. Questa velocità, a conti fatti, permette di poter scrivere un normale BD-R da 25GB in meno di 9 minuti. I modelli, sono ovviamente identici.

Buffalo Iodata

Come da tradizione, però, l’aumento di velocità di scrittura va ad impattare con la qualità della stessa, aumentando il rischio di errori prodotti. Queste sono le specifiche complete delle unità: BD-R XL/TL, 12x per BD-R DL, 6x BD-RE DL, 14x per BD-R SL, 8x BD-RE SL, 12x BD-ROM SL e 8x con BD-ROM SL. Compatibilità con DVD, l’unità scrive i DVD+R/-R DL a 12x, DVD+R/-R SL a 16x, DVD+RW/-RW a 12x, DVD-RAM a 5x e legge i DVD-ROM SL at 16x e i DVD-ROM DL a 12x. L’unità supporta anche la scrittura di CD a 48x/40x/48x.