Asus Transformer Pad Infinity e Transformer Pad 300


Importanti novità in casa Asus sul tema Transformer, la soluzione due in uno che ha fatto tanto parlare di sé nel corso dell’ultimo anno. La particolarità di queste soluzioni consiste nell’essere caratterizzate da due elementi separati: un tablet, utilizzabile come un dispositivo stand alone, e una sorta di docking station, integrante una tastiera, batteria supplementare e porte di comunicazione. Il tablet, quindi, può all’occorrenza diventare un mini-portatile a tutti gli effetti, con il vantaggio di poter godere di una buona autonomia.

Nel corso della conferenza stampa Asus sono emersi i piani del colosso taiwanese, sempre più convinto della bontà della propria soluzioni due in uno. Ecco quindi che vengono annunciati due nuovi prodotti, con la premessa che il nome comune a tutte le soluzioni della famiglia sarà Transformer Pad, arricchito da una terza sigla per distinguere i singoli modelli.

Veramente interessante sarà il Transformer Pad Infinity, il primo tablet al mondo a integrare un pannello Gorilla Glass 2.0 FullHD Super IPS+ 1920 x 1200 pixel (600 nits dichiarati). Due le configurazioni possibili, differenziate per la piattaforma utilizzata: la versione soloWiFi utilizzerà NVIDIA Tegra 3, mentre per la versione top LTE 3G/4G la scelta è ricaduta su Qualcomm MSM 8960 Snapdragon S4, processore Cortex A15 dual core e chip grafico Adreno 225.

Transformer Pad Infinity dispone di una foto-videocamera frontale da 2MPixel, mentre sul retro ne troviamo una da 8MPixel con apertura F2.2 e gruppo ottico in 5 elementi, cui viene comunque in aiuto un flash a LED. In comune con la famiglia Transformer Pad è il design, con uno spessore di 8,5mm e finitura sul dorso a circonferenze concentriche. L’unità verrà venduta con sistema operativo Android 4.0, con capienze di 16GB, 32GB e 64GB, oltre a 8GB in cloud su Asus WebStorage. L’autonomia dichiarata è di 10 ore.

Si scende di rango e prezzo invece con il modello Transformer Pad 300, che mantiene però la filosofia di base e ricalca quasi per intero le caratteristiche già viste su Transformer Prime, di cui questo modello sembra essere un restyling. Si parte dai colori, poiché l’unità verrà venduta in rosso, blu e bianco, mentre la commercializzazione è prevista inizialmente solo con taglio da 16GB (più 8GB in cloud) e WiFi.

Fra i programmi di Asus vi è quello di proporre un modello 3G/4G, ma appare chiaro come l’azienda taiwanese intenda proporre inizialmente un modello con prezzo particolarmente aggressivo, sebbene non comunicato. Il moodello 4G LTE sarà il primo tablet quad core con questo tipo di connettività, poiché utilizzerà NVIDIA Tegra 3 come sul modello “base”. la fotocamera frontale, per tutti i modelli Transfomer Pad 300, sarà di 1,2Mpixel, mentre quella sul retro è praticamente identica per specifiche a quella dell’Infinity. Anche l’autonomia dichiarata è identica, ovvero 10 ore, che ricordiamo essere riferita al solo tablet, poiché in configurazione tablet + docking le ore salgono a 15.