Android Market in pensione, arriva Google Play


Il colosso di Mountain View, Google, ha annunciato in queste ore la dismissione del proprio market virtuale a favore del nuovo Google Play. Il nuovo servizio racchiuderà in se l’Android Market, Google eBookstore e Google Music configurandosi come un raccoglitore unico di tutti i contenuti multimediali prima divisi tra le diverse app.

Il nuovo negozio virtuale permettera, grazie a un servizio in cloud, di disporre dei contenuti acquistati sia sul proprio dispositivo mobile che sul Pc portatile o sul desktop di casa. Il tutto, ovviamente, tramite la sincronizzazione con il proprio account di Google. Un po’ come accade già da qualche tempo con iOS e l’ecosistema della mela morsicata.

Le novità sono quelle appena citate, ovvero la presenza oltre alle sole applicazioni anche di video, film, musica e eBook, che potranno essere acquistati a titolo definitivo o noleggiati per un determinato periodo di tempo. Attualmente, purtroppo, nella nostra penisola è possibile solamente accedere alla sessione dedicata alle applicazioni. Per quanto riguarda video, film, musica e libri sarà probabilmente necessario attendere ancora qualche tempo prima dell’attivazione del servizio.

Il Google Play Store prenderà il posto dell’Android Market su tutti i dispositivi Android già a partire dalle prossime ore. Sarà sufficiente effettuare l’accesso al vecchio Market che notificherà in automatico la presenza dell’aggiornamento, proponendo di accettare i nuovi termini d’utilizzo. Una volta accettato il contratto l’applicazione verrà automaticamente aggiornata e sostituita con il nuovo Google Play.

Da oggi fino al prossimo mercoledì sarà inoltre possibile usufruire di una speciale promozione chiamata “7 days to play” con cui Google intende dare il benvenuto al nuovo marketplace e grazie alla quale sarà possibile acquistare contenuti multimediali e applicazioni ad un prezzo scontatissimo.

Non ci resta dunque che attendere la disponibilità di libri, musica e film anche in Italia, in modo da poter saggiare nella loro completezza le possibilità del nuovo Google Play.