ADATA, nuovi SSD mSATA XPG SX300 e Premier Pro SP300


Lo standard mSATA è usato in diversi sistemi portatili in quando permette alle unità SSD, che non richiedono forme e ingombri particolari come per esempio gli hard disk a piatti rotanti, di poter essere realizzate su piccole porzioni di PCB. Non mancano esempi di SSD mSATA del tutto somiglianti a banchi memoria, così come altri di dimensioni ancora più contenute.

Questo standard però si sta facendo largo anche in ambito desktop, sebbene relegato ad una piccola nicchia. Alcune schede madri di recente produzione, infatti, portano in dote uno slot per ospitare SSD mSATA, motivo per cui acquista interesse valutare con maggiore attenzione la presentazione di nuove soluzioni.

ADATA

ADATA, come riportato da Techpowerup, ha presentato di recente ben due serie mSATA, differenziandole per prestazioni e prezzo. La prima soluzione, quella più economica, prende il nome di Premier Pro SP300. L’interfaccia è di tipo SATA 3Gbps, mentre l’unità vanta una velocità di lettura nell’ordine dei 280MB/s e scritture di 260MB/s. A disposizione dell’utenza troviamo taglia di 24, 32 e 64GB, e sono pensati per essere utilizzati in accoppiata con unità disco tradizionali.

ADATA

Di altro rango è invece la serie XPG SX300: l’interfaccia SATA 6Gbps permette di spingere le velocità di lettura fino ai 550MB/s e la scrittura a 505MB/s, mentre sono ben più elevati i tagli disponibili, 64, 128 e 256GB. ADATA infatti, oltre ad immaginare un utilizzo in accoppiata con l’hard disk meccanico, prevede un utilizzo di queste soluzioni anche come stand alone. Le unità saranno commercializzate inizialmente solo in Nord America con i prezzi indicati di seguito.

ADATA XPG SX300 SSD
o 64GB: $89,99
o 128GB: $149,99
o 256GB: $299,99

ADATA Premier Pro SP300 SSD
o 24GB: $49,99
o 32GB: $59,99
o 64GB: $79,99

La commercializzazione nel vecchio continente, in ogni caso, potrebbe essere una realtà molto presto. Si tratta di un filone che va a coinvolgere anche il mondo desktop, come accennato in precedenza: sarà interessante seglirne gli sviluppi, per capire se avrà un futuro oppure no.